Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo.

Intorno al lago

Il Lago del Turano è un bacino artificiale realizzato tra il 1936 ed il 1939, sbarrando con una diga  (256 metri di lunghezza per  79 metri di altezza) il corso del fiume Turano nei pressi dell’abitato di Posticciola. Il massimo invaso si trova a 536 mt s.l.m. Il Lago è di forma allungata (circa10 km), ha una superficie di circa 6 Kmq ed un perimetro di circa 35 km. E’ collegato al suo “gemello” lago del Salto tramite una galleria che li rende vasi comunicanti ed alimenta la Centrale elettrica di Cotilia.

Il fiume Turano ed il lago omonimo tagliano in due il territorio comunale di Paganico Sabino. La Provinciale Turanense ed una sterrata ne costeggiano le rive. Una passeggiata intorno al lago, percorrendo la sterrata che costeggia la riva sinistra  ed è accessibile dalla S.P. Turanense attraverso il Ponte di Paganico, riserva scorci panoramici e paesaggistici di rara bellezza. Il tracciato è quasi esclusivamente pianeggiante e adatto anche a passeggiate in bicicletta.  Abbastanza comodo, attraversa la parte più pianeggiante del territorio comunale. A destra del Ponte di Paganico  si raggiungono le località "Marcassiccia" e "Campo di Grotte" dove sono situati comodi sbocchi verso il lago. Alla sinistra del ponte, la strada sterrata si dirige verso "Pietraforte",  richiudendosi in un anello, all'interno del territorio comunale di Paganico, in località "Collelavalle". 

(a cura di Danilo D’Ignazi)