Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo.

La Pro-Loco

La Pro-Loco di Paganico Sabino nasce ufficialmente il 15 maggio del 1981.

Essa non riesce a svolgere formalmente attività fino al 1991, anno in cui  - sulla spinta dell’Amministrazione Comunale che si insedia con una lista di aggregazione, rappresentando tutte le componenti politiche e sociali allora esistenti nel nostro paese - un gruppo di giovani e meno giovani riprendono l’atto costitutivo dell’81 e le ridanno vita.

di Eleonora Fusco

La nuova Assemblea elegge un consiglio provvisorio che resterà in carica per un anno (1991) ed il gruppo inizia ad operare con un ricco programma di eventi e manifestazioni. Successivamente i consigli saranno rinnovati con cadenza triennale e con l’ultimo adeguamento dello statuto (2011), con cadenza quadriennale.
Nel 1993 ottiene il riconoscimento della Regione Lazio e la rispettiva iscrizione all’albo regionale.
Gli obiettivi dell'associazione sono ambiziosi.
La Pro-Loco si orienta sulla riscoperta delle tradizioni, sulla realizzazione di sagre e feste, sulla riscoperta e la tutela del territorio attraverso escursioni, ricerche e giornate ecologiche ed infine sulla rivisitazione della storia locale attraverso pubblicazioni e ricerche. Il programma si delinea sin dall'inizio come occasione di aggregazione,  ricerca dei "caratteri di identità" locali e apertura verso le realtà territoriali circostanti.
Le attività sviluppate negli anni sono molteplici: tre Sagre (Sagra dei "Vertuti" ,  Sagra delle "Sagne Strasciate" e “la Castagnata” nata alla fine degli anni ‘90), escursioni naturalistiche, giornate ecologiche, la Festa Patronale, concerti di musica Classica, mostre di pittura o fotografiche, antiche tradizioni (la "Pasquarella"), stampa di un giornalino periodico "La Pietrascritta" ed altre manifestazioni di rilievo come la rappresentazione teatrale della Moresca recuperata nel 2008.
Nel corso degli anni la Pro-Loco si dota di una sede (presso i locali del comune) e risistema e rende agibile un locale adiacente alla chiesa Parrocchiale (la Sala "San Nicola") dedicandola alle manifestazioni espositive. 
A novembre del 2003 è tra i soci fondatori del consorzio delle Pro-Loco della valle del Turano, nel tentativo di creare una “rete” tra le associazioni più attive sul nostro territorio, allo scopo di perseguire obiettivi più significativi per l’auspicato sviluppo turistico della valle.
A partire dal 2005, grazie all'UNPLI, fruisce del SERVIZIO CIVILE con la partecipazione di volontarie con cui gestisce l'ufficio di informazioni turistiche, la biblioteca e l'ufficio dell'Associazione.
La Pro-Loco, forte del sostegno dei numerosi soci iscritti, può contare comunque su una partecipazione sempre più diffusa tra i residenti e gli abituali frequentatori del paese.

Di seguito è riportata una rassegna di avvenimenti culturali, naturalistici, socio-ricreativi e folcloristici che la Pro-Loco ha realizzato nella sua esperienza maturata in più di 20 anni di attività.

Oltre ad una serie di manifestazioni culturali di rilievo descritte nell’apposita sezione culturale (svolte prevalentemente in collaborazione o a sostegno di altri Enti), tra il 1991 ed il 2012 l’associazione ha organizzato per proprio conto le seguenti manifestazioni socio-culturali: 2 mostre di antiche fotografie su personaggi, paesaggi e attività lavorative; 1 mostra di Documentazioni Fotografiche e Cartografiche riguardante la Riserva Naturale del Monte Navegna e Monte Cervia; 12 mostre di pittura personali e collettive;  10 mostre di documentazioni fotografiche riguardanti le escursioni naturalistiche e le giornate ecologiche; 1 mostra di pittura su ceramica; 16 concerti di musica classica (il più importante, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, in occasione della riapposizione sulle pareti della Chiesa Parrocchiale delle settecentesche tele restaurate che ha visto la partecipazione dell’Accademia Musicale Farfense).

Nelle stesso periodo, la Pro-Loco ha pubblicato inoltre circa 40 numeri del giornalino periodico “La Pietrascritta” attraverso il quale sono stati colti molti aspetti riguardanti le tradizioni e la cultura locale. Ne cito alcuni: La Sagra nella tradizione (Calennemaju) - Il Miracolo di Paganico (estate 1936) - La Moresca - La Mola (1866) - I Lavori Stagionali - I nostri Beni immateriali - La Fiera - I nostri Riti - I nostri Toponimi - I rimedi della Medicina Popolare - Le Castagne - La Banda Musicale - Le grandi Guerre.

Per quanto riguarda gli impegni naturalistici, le attività volte a diffondere la cultura della tutela del nostro territorio e tendenti alla promozione (nelle forme che le esigue disponibilità ci consentono) delle bellezze naturalistiche sono state numerosissime. Ci lasciamo infatti alle spalle circa 30 escursioni naturalistiche nei caratteristici e secolari sentieri che si snodano sulle pareti del Monte Cervia (1438 mt) e del Monte Navegna (1508 mt) all’interno dell’omonimo Parco Regionale, 8 giornate ecologiche (le ultime 3 in collaborazione con il Comune nell’iniziativa di Legambiente “Puliamo il Mondo”) e 2 giornate per la pulizia dei sentieri, una delle quali ci ha permesso di restituire alla storia i caratteristici abbeveratoi in legno, "i Trocchi", situati nella sorgente di fonte “Pietrafinola” presso i castagneti dell'Obito, sul Monte Cervia.

Per quanto riguarda gli impegni di carattere sociale, negli anni passati abbiamo offerto il nostro modesto contributo per il miglioramento di alcuni spazi pubblici, in particolare allestendo un angolo per i giochi dei bambini con scivolo e giostra presso l'Impianto Sportivo Comunale.
Abbiamo inoltre acquistato alcuni set completi di tavoli e panche in legno per la ricettività nelle sagre e a disposizione della struttura comunale del Centro Diurno.
Sin dal 1991, con opere di volontariato abbiamo risistemato un locale attiguo alla parrocchiale (la Sala San Nicola), all’interno del quale abbiamo inizialmente proposto numerosissime mostre di pittura e fotografiche poi lo abbiamo allestito con una esposizione permanente di oggetti ed arnesi della civiltà contadina e una esposizione dell’arredo liturgico delle nostre chiese.
Nel corso del 2001 abbiamo contribuito a fornire il presidio locale del 118 di un Defibrillatore semiautomatico tramite donazioni al comitato promotore del “Progetto Batticuore”. 
Nel corso del 2002, allo scopo di rendere maggiormente efficiente la struttura del “Centro Diurno” abbiamo allestito una cucina nello spazio apposito disponibile all’interno della struttura stessa, poi ammodernata successivamente dall'Amministrazione Comunale.
Abbiamo recuperato inoltre tutti i testi esistenti della vecchia Biblioteca Comunale, abbiamo allestito gli uffici per i volontari del Servizio Civile (UNPLI) ed abbiamo apposto parte delle indispensabili insegne viarie nel centro storico, con l'obiettivo di ripristinarle in tutto il territorio comunale prima possibile.
Nel corso degli anni l’associazione ha riservato parte delle sue risorse a piccole opere di volontariato con piccoli interventi di sostegno economico alle popolazioni colpite dai terremoti dell’Umbria e de L’Aquila e dai numerosi eventi alluvionali.
Per quanto riguarda le manifestazioni ricreative e folcloristiche, alla fine del 2012 ci siamo lasciati alle spalle 22 sagre dei “Vertuti” (“Calennemaju Paganichese”) , 21 sagre delle “Sagne Strasciate”, 13 “Castagnate” e numerose serate di aggregazione.

Tutto ciò realizzato con il contributo gratuito di tanti residenti e non, affezionati al nostro paese.

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio della Pro-Loco è composto da un numero dispari di consiglieri eletti dall’Assemblea dei Soci. Esso elegge a maggioranza il Presidente che deve essere scelto tra i consiglieri eletti dall’Assemblea. 

Nel settembre 2012 Carlo Fratini assume la carica di Presidente della Pro-Loco a seguito di elezioni svolte a causa di dimissione del precedente Consiglio Direttivo; Eleonora Fusco (Vice-Presidente); Quartino Ortenzi (Tesoriere); Carla Spagnoli (Segretaria); Giuseppe Serratore (Consigliere); Fabio Fratini (Consigliere); Vincenzino Cavallari (Consigliere).

Nel settembre 2010 Eleonora Fusco assume la carica di Presidente della Pro-Loco per dimissioni del Presidente Anastasio Spagnoli. 

Anno 2010 (giugno) –  Elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo
Anastasio Spagnoli (Presidente); D’Ignazi Valentina (Vice presidente); Fratini Fabio, Fusco Eleonora; Ortenzi Mirella; Elia Fratini; Giuseppina Vulpiani; Franco Romano Vulpiani; Giuseppe Serratore; Giuseppina Fratini; Mara di Clemente; Sara Mattei; Sonia Federici 

Nel gennaio 2010 Anastasio Spagnoli assume la carica di Presidente della Pro-Loco per dimissioni del Presidente Danilo D’Ignazi.

Nel giugno del 2009 Anastasio Spagnoli assume la Carica di Vice Presidente per dimissioni del Vice Presidente Maurizio D’Ignazi. 

Anno 2007 (settembre) –  Elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo
D’Ignazi Danilo (Presidente); D'Ignazi Maurizio (Vice Presidente); Davoli Rino (Consigliere); Fratini Fabio (Consigliere); Fratini Giovanna (Consigliere); Fratini Antonio (Consigliere); Mattei Massimo (Consigliere); Ortenzi Mirella (Consigliere); Polidori Simona (Consigliere); Serratore Giuseppe (Consigliere); Spagnoli Anastasio (Consigliere); Vulpiani Franco Romano (Consigliere); Vulpiani Giuseppina (Consigliere). 

Anno 2004 –  Elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo
D’Ignazi Danilo (Presidente); Dominici Emanuele (Vice Presidente); Fratini Fabio (Consigliere); Davoli Rino (Consigliere); Mattei Massimo (Consigliere); Ortenzi Mirella (Consigliere); Polidori Simona (Consigliere); Rastelli Aniello (Consigliere); Taffi Giuseppino (Consigliere); Vulpiani Franco Romano (Consigliere); Vulpiani Giuseppina (Consigliere); Fratini Giovanna (Segretaria)

Dominici Clemente (Rappresentante del Comune - Sindaco) 

Anno 2001 –  Elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo
D’Ignazi Danilo (Presidente), Dominici Emanuele (Vice Presidente), Fabiani Claudia (Consigliere), Mattei Riccardo (Consigliere), Mattei Massimo (Consigliere), Rastelli Aniello (Consigliere), Spagnoli Anastasio (Consigliere), Spagnoli Lorenzo (Consigliere), Taffi Giuseppino (Consigliere), Vulpiani Romano (Consigliere). 

Anno 1998 –  Elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo
D’Ignazi Danilo (Presidente); Vulpiani Alessandra (Vice Presidente); Dominici Emanuele (Consigliere); Mattei Massimo (Consigliere); Spagnoli Giovanni(Consigliere); Fratini Elia (Consigliere); Mattei Riccardo (Consigliere); Spagnoli Anastasio (Consigliere); Vulpiani Franco Romano (Consigliere); Fusco Stefano (Consigliere). 

Anno 1995 –  Elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo
D’Ignazi Danilo (Presidente); Vulpiani Alessandra (Vice Presidente); Fratini Elia; Spagnoli Anastasio; Vulpiani Franco Romano;Mattei Mauro; Mattei Massimo; D'Ignazi Maurizio; Vulpiani Giuseppe; Dominici Emanuele. 

Anno 1992 –  Elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo
D’Ignazi Danilo (Presidente); Vulpiani Alessandra (Vice Presidente); Di Clemente Franca (Consigliere); D’Ignazi Maurizio (Consigliere); Fabiani Claudia (Consigliere); Fratini Elia (Consigliere); Grossi Giorgio (Consigliere);Polidori Agesilao Paolo (Consigliere); Spagnoli Anastasio (Consigliere); Vulpiani Romano (Consigliere). 

Anno 1991 –  Elezioni del Consiglio Direttivo provvisorio (in carica 1 anno)
D’Ignazi Danilo (Presidente), Vulpiani Alessandra (Vice Presidente); Di Clemente Franca; Polidori Agesilao Paolo; Vulpiani Franco Romano; Fabiani Claudia; Fratini Elia; Spagnoli Anastasio; D'Ignazi Maurizio; Grossi Giorgio. 

Anno 1981 –  Costituzione della Pro-Loco Paganico Sabino e Primo Consiglio Direttivo
Laureti Ruggero Giacomo (Presidene), Cipolloni Giovanni (Vice Presidente), Polidori Carlo (Segretario Amministrativo),  Dominici Gaetano,  Grossi Giorgio, Mongelluzzo Pierino, Zacchia Adelino.

(a cura di Danilo D’Ignazi ed Eleonora Fusco)